Canary Paradise > Tenerife > Cultura

Guanci e la dominazione spagnola

La colonizzazione dell'isola cominciò nel medioevo, quando nel 1494 Don Alonso Fernandez de Lugo sbarcò sull'isola. Tenerife fu molto difficile da sottomettere, in quanto le popolazioni Guanches che vivevano nelle caverne, ed erano rimaste all'era del neolitico, opposero una resistenza molto forte, riuscendo nell'intento solo due anni più tardi nel 1496.

Le origini di Tenerife

L'origine di Tenerife, è sicuramente da ricercarsi in un'attività sismica ed eruttiva che milioni di anni fa la fece emergere dalle acque dell'oceano atlantico. Un'antica leggenda la vuole invece essere ciò che resta del mitico continente scomparso Atlantide, a suffragare questa leggenda si trovano tracce anche nei Dialoghi di Platone.

I primi contatti

Le isole canarie sono comunque narrate anche dalle popolazioni antiche del mediterraneo con nomi come Isole Fortunate, Giardino delle Esperidi o Campi Elisi. I primi contatti tra gli abitanti dell'isola e le popolazioni del mediterraneo furono tra il tredicesimo ed il quattordicesimo secolo grazie alla sete di ricchezza di mercanti genovesi, spagnoli, portoghesi, che cominciarono a spingersi oltre le colonne d'Ercole.

La colonizzazione spagnola

La colonizzazione dell'isola cominciò nel medioevo, quando nel 1494 Don Alonso Fernandez de Lugo sbarcò sull'isola. Tenerife fu molto difficile da sottomettere, in quanto le popolazioni Guanches che vivevano nelle caverne, ed erano rimaste all'era del neolitico, opposero una resistenza molto forte, riuscendo nell'intento solo due anni più tardi nel 1496.
 
Molti dei guanci furono uccisi, e quelli fatti prigionieri vissero in schiavitù nell'isola o venduti nei grandi porti del mediterraneo.